Mutuo ristrutturazione

Se si vuole ristrutturare casa e si ha bisogno di un finanziamento, bisogna trovare quello più adatto alle varie tipologie di interventi di restyling. Cosa è il mutuo di ristrutturazione casa?
Questo tipo di finanziamento è diretto a realizzare interventi nell’abitazione di proprietà, si tratta di opere riguardanti sia gli ambienti interni che quelli esterni dell’immobile. Tale formula finanziaria permette al futuro mutuatario di disporre di un capitale per andare a finanziare interventi di diversa natura. Cosa bisogna fare per chiedere un mutuo ristrutturazione casa?
E’ importante fornire alla banca i documenti dei lavori dell’immobile, il massimo capitale erogabile nel mutuo di ristrutturazione casa è uguale al valore dell’immobile al termine degli interventi di ristrutturazione oppure delle opere edilizie eseguite .
Si tratta dunque, di un finanziamento che consente l’erogazione di un capitale fino all’80% del valore dell’immobile, ma non quello attuale. Il valore considerato per valutare l’importo massimo erogabile è difatti, il valore stimato dell’immobile successivamente gli interventi di ristrutturazione.
Dopo aver fatto richiesta al Comune dove si trova l’edificio e per il quale si vuole poi ottenere un finanziamento, bisogna consegnare la Dichiarazione di Inizio Lavori (DIA), alla banca bisogna esibire anche la documentazione relativa l’abitazione e gli interventi da portare avanti.
E’ richiesta l’ultima busta paga, il preventivo spesa della ditta eseguente gli interventi di manutenzione ordinaria; il preventivo spesa, progetto edilizio e DIA della ditta; il preventivo spesa, ma anche il permesso e il contributo di costruzione per gli interventi di ristrutturazione edilizia con grandi opere.
Oltre ai diversi documenti previsti, da presentare per acquistare della casa, occorre anche raccogliere documentazione che dipende dalla tipologia di intervento di ristrutturazione che si è programmato.
Nello specifico, per una ordinaria manutenzione è sufficiente un preventivo di spesa eleborato dall’impresa che farà i lavori oppure da un professionista abilitato.
Per una manutenzione straordinaria occorre oltre al preventivo di spesa anche il progetto edilizio insieme alla domanda di autorizzazione edilizia al Comune.
Per una ristrutturazione con grandi opere, occorrono invece oltre al preventivo di spesa anche la concessione edilizia e pure la ricevuta del versamento del contributo all’amministrazione comunale.

Lascia un commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *